Israele e l’Onu: storia di una frustrazione continua

giugno 1, 2010 § 1 Commento

“Indignazione”, questa la reazione del segretario generale delle Nazioni Unite Ban Ki Moon alla notizia dell’assalto israeliano alle navi piene di attivisti disarmati diretti a Gaza per portare aiuti umanitari. “Condanniamo il gesto, presto una inchiesta”, insomma sembravano incazzati davvero questa volta, ma 24 ore dopo la trasformazione. Nella relazione uscita dalle stanze del palazzo di vetro di New York si parla di un grave “incidente”, come se la nave avesse urtato su uno scoglio, e si chiede di aprire una inchiesta, ma non si sa a carico di chi: si perchè Israele non viene mai nominata quasi come se non c’entrasse niente con questa storia.

Evidentemente a Ban Ki Moon devono aver ricordato 60 anni di solide tradizioni che non possono certo essere cancellate dall’indignazione personale: c’è un protocollo da rispettare infatti.  Da quando esiste lo Stato di Israele al Palazzo di vetro hanno adottato circa 223 risoluzioni riguardo la situazione mediorentale e sono state più di 70 quelle che hanno condannato, censurato o intimato la cessazione di comportamenti illegali al Paese della stella di David. La maggior parte delle volte inutilmente. Certo gran parte del merito dell’inefficacia dell’azione dell’Onu va agli Stati Uniti che hanno posto il veto decine e decine di volte per “proteggere” Israele dalle sanzioni. Memorabile la sequenza del 1982:Risoluzione 498 (1981): chiede a Israele di ritirarsi dal Libano;  Risoluzione 501 (1982): chiede a Israele di fermare gli attacchi contro il Libano e di ritirare le sue truppe;  Risoluzione 509 (1982): chiede ad Israele di ritirare immediatamente e incondizionatamente le sue forze dal Libano; Risoluzione 515 (1982): chiede ad Israele di allentare l’assedio di Beirut e di consentire l’ingresso di approvvigionamenti alimentari; Risoluzione 517 (1982): censura Israele per non obbedire alle risoluzioni ONU e gli chiede di ritirare le sue forze dal Libano; Risoluzione 518 (1982): chiede che Israele cooperi pienamente con le forze delle Nazioni Unite in Libano; Risoluzione 520 (1982): condanna l’attacco di Israele a Beirut Ovest. Ebbene ogni volta gli Usa hanno opposto il loro diritto di veto di fatto “disinnescando” l’azione internazionale nei confronti delle palesi violazioni israeliane.

Ma il consiglio di sicurezza e l’assemblea delle Nazioni Unite non si è espressa certo solo in occasione delle pur numerose guerre e scontri in cui era coinvolto l’Idf, o si è limitata ad alzare la voce quando ci sono state invasioni, bombardamenti, affondamenti, raid dell’esercito israeliano. Le Nazioni Unite hanno fatto continuo e assiduo esercizio di frustrazione praticamente su tutto: Violazioni dei diritti umani dei detenuti palestinesi (1987), condanne per la costruzione del muro, o come lo chiamano spiritosamente dalle parti di Tel Aviv “barriera difensiva”, che di fatto “taglia” e spezzetta i territori palestinesi (nel 2002 e nel 2004). Ancora l’Onu ha più volte condannato la “deportazione” e l’imprigionamento di palestinesi senza alcuna motivazione o giustificazione; per non parlare poi delle decine di risoluzioni adottate perchè “Israele si rifiuta di cooperare con le Nazioni Unite”, “Israele si rifiuta di adottare le previsioni contenute nelle risoluzioni”; “Israele si rifiuta di collaborare con il personale delle missioni di pace Onu”, insomma l’apoteosi dellla frustrazione.

Ecco perchè all’indignazione di Ban Ki Moon è seguito una “smussatura” dei toni: alle Nazioni Unite temono di fare l’ennesima figuraccia, di alzare la voce per poi ritrovarsi con in mano nulla, tranne il solito veto statunitense, e quindi parliamo genericamente di “incidente” ad opera di un Paese sconosciuto, situato da qualche parte tra il mediterraneo e l’oceano indiano, anche perchè mica vorrete essere tacciati di antisemitismo?

Annunci

§ Una risposta a Israele e l’Onu: storia di una frustrazione continua

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Che cos'è?

Stai leggendo Israele e l’Onu: storia di una frustrazione continua su Devilpress's Blog.

Meta

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: