Il Governo del “fare”?

giugno 24, 2010 § Lascia un commento

Piccola osservazione sul metodo di Governo, quasi una “nota a latere”. Non mi produrrò, come fanno molto meglio altri, nell’elenco di processi, illegalità, rinvii a giudizio, dei membri di questo Governo, sopratutto di uno. Sorvolerò, visto che se ne occupano in tanti, sulla legge liberticida o del “bavaglio”. Non prenderò in considerazione il degrado morale, lo fa molto bene Ceccarelli ne la “Suburra”, che ormai è assurto a metodo e impronta di Governo.

No, oggi mi va di analizzare un piccolo, perchè localizzato in un posto ben preciso, grande, visti i finanziamenti che dovrebbe avere, fatto che la dice lunga sulle capacità “fattuali” di questo Governo: l’expo 2015. Dopo essersela menata per mesi e mesi sulle grandi capacità di convincimento di SS (San Silvio), sulle straordinarie qualità organizzative del Governatore ma sopratutto della Sindaca, dopo due anni, dicasi due anni, in pratica non è successo niente. O meglio, dopo aver litigato sulla sede, non dell’expo ma di chi lo doveva organizzare, cambiato forma e composizione del comitato più volte, siamo arrivati al capolinea: Lucio Stanca, un nome profetico, si è dimesso. L’uomo che doveva sbloccare “quella situazione di cronico ingolfamento” nel quale era finito tra mille litigi il destino “operativo” dell’Expo, ha gettato la spugna.

Basta ha detto, qui non si può lavorare, oibò, soldi non ce ne sono, nè se ne vedono, vero è che molto democristianamente Stanca, che comunque fra incarico parlamentare e quello di Ad prende 450mila euri all’anno, dice che il suo ruolo “si è esaurito” visto che stiamo passando da una fase progettuale ad una esecutiva. Ma di esecutivo non si vede nulla. La Repubblica riporta tutti i tagli che sono in previsione, e un sito nato proprio per contestare i “metodi” e i “modi” del Governo del fare, continua a pubblicare materiale ed osservazioni molto pertinenti che fanno venire i sudori freddi.

Detto questo tre osservazioni conclusive: la prima, pare, secondo l’informato Sole 24 ore, che l’expo verrà commissariato e indovinate chi sarà il capitano coraggioso che ci salverà? Sempre lui, il nostro Bertofurbo, inchieste permettendo; la seconda, si è già sprecato il 30% del tempo a disposizione e siamo a zero, è ancora in corso la disputa sui terreni, non sulle costruzioni, solo sui terreni, dove far sorgere questo “miracolo meneghino”, ora come impiegheranno il rimanente 70%? La terza riguarda il posto: Milano, Lombardia, terra dove SS(San Silvio) e i suoi, Lega compresa, controllano tutto, hanno maggioranze bulgare, appoggi incondizionati e il solo Penati, presidente della provincia del Pd, a fare da opposizione, eppure non sono stati in grado di fare nulla, ma proprio nulla, in due anni. E questo ci porta alla rivelazione che ho avuto mentre leggevo delle dimissioni di Stanca e della, possibile entrata di Bertolaso: in realtà è tutta pretattica, ora se arriverà Superguido le cose cambieranno velocemente, quindi cari magistrati perugini e romani rimettere in libertà la cricca, c’è un expo da salvare!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Che cos'è?

Stai leggendo Il Governo del “fare”? su Devilpress's Blog.

Meta

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: