La munnezza sotto il tappeto

luglio 16, 2010 § 4 commenti

L’Unione Europea ci ha detto no. Niente da fare i 500 milioni di euro bloccati da una condanna subita il 4 marzo e che dovrebbero servire per risolvere “l’emergenza” (ma non era finita?) rifiuti, resteranno congelati. Dopo la visita di aprile e dopo aver ascoltato le petizioni dei cittadini, il gruppo di europarlamentari ha deciso che qui si è fatto “il minimo”, ma forse intendevano dire “nulla”, per affrontare seriamente la questione.

Come scritto nel pezzo che Alessandro Ingegno ha pubblicato su Ecodallecittà, non solo ma a Bruxelles segnalano che: la gestione del ciclo dei rifiuti non ha fatto passi avanti, che resta da risolvere il nodo delle discariche, che non si vede all’orizzonte un piano serio di gestione del ciclo dei rifiuti. Inoltre si stupiscono oltre confine della leggerezza con la quale Regione e Governo stanno affrontando, o meglio non affrontando, la questione.

Eppure di fronte a rilievi precisi e gravi come questi, nei quali rientra anche la questione dei 335 milioni di euro che lo Stato dovrà versare a Impregilo per acquistare l’inceneritore di Acerra( che ricordiamolo non funziona), tutto quello che il neo assessore all’ambiente Giovanni Romano è riuscito a dire è che ci stanno lavorando ma non si può attualmente prescindere dalla costruzione dei nuovi inceneritori di Ponticelli e Salerno.

La domanda è: perchè? Perchè bisogna costruirli per forza questi impianti? Perchè ancora una volta si rimanda la partenza di una raccolta differenziata fatta seriamente? E perchè di fronte all’Europa che ci ricorda che “l’emergenza rifiuti è solo sopita, ma potrebbe riesplodere”, fanno tutti spallucce come se non stesse succedendo a Ferrandelle, a Terzigno, nel casertano ma in qualche Paese lontano di un altro Continente?

Un’ultima cosa, l’assessore Romano ha voluto rassicurare Bruxelles su di un punto: “La seconda discarica nel Parco Nazionale del Vesuvio, a Cava Vitiello non si farà”. Strano perchè solo qualche mese fa Bertolaso aveva detto il contrario e aveva anche aggiunto che quella discarica non avrebbe creato problemi: coda di paglia?

Annunci

§ 4 risposte a La munnezza sotto il tappeto

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Che cos'è?

Stai leggendo La munnezza sotto il tappeto su Devilpress's Blog.

Meta

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: