Forum e i paradossi del berlusconismo

luglio 21, 2010 § Lascia un commento

Mia madre di tanto in tanto lo guarda, come milioni di persone, parlo di Forum la trasmissione, ormai storica, che prima su Retequattro e poi su Canale 5 mette in scena, litigi, licenziamenti, sfratti e piccole controversie tra i cittadini. Ora, sulla “bontà” del prodotto ce ne sarebbe da dire, come aveva scritto a suo tempo Aldo Grasso “molte di queste storie sono riscritte, enfatizzate, reinterpretate da attori”. Insomma c’è un certo realismo nei casi presentati, ma anche tanta fiction, secondo il modello vincente nella tv e nella politica del biscione.

Ma non è questo che mi ha fatto riflettere, no, riguarda piuttosto l’apparente paradosso “giustizialista” dello spettatore italico. Mi spiego meglio: Mediaset è di chi sappiamo, il network trasmette telegiornali e approfondimenti che tutti i giorni, o quando c’è bisogno, “bombardano” i giudici, li diffamano, li deridono per via di calzini azzurri indossati, fino a riportare ed ampliare le parole del premier che li aveva definiti “antropologicamente diversi dalla razza umana”.

Eppure quello stesso pubblico ogni giorno segue con passione casi decisi da un giudice. Nel quale un magistrato ha l’ultima e suprema parola, nel quale ogni disputa, ogni battibecco viene infine risolto da un pronunciamento, circondato quasi da quell’aura di “sacralità” che la Costituzione assegna alle sentenze, quelle vere, emesse da chi incarna il terzo potere dello Stato. Ma com’è possibile questa contraddizione? Come è possibile sentire dal giornalaio, mi è accaduto qualche giorno fa, una persona dire che “la magistratura non serve” (“voglio vedere come le risolve le cause” gli ha risposto giustamente qualcun altro) e poi magari quella stessa persona corre ad accendere la tv per vedere i casi umani di Rita dalla Chiesa?

Ma forse la soluzione sta nelle parole stesse di Grasso che parla di “una giustizia da condominio” qualcosa insomma che serva a svagare più che a imporre valori come quello della legalità. Un concetto della legalità assimilabile a quella cultura che ha prodotto Berlusconi, ovvero non un valore ma un tema d’intrattenimento. Forse Forum rappresenta l’ideale prototipo e l’obiettivo da raggiungere con leggi come quella “bavaglio”. Che come ha detto il Dott. Giardullo, dei sindacati di polizia, durante la manifestazione di Piazza Navona del 9 luglio scorso: “qui si vuole impedire il nostro lavoro sui grandi reati, sui reati di Stato. Qui si vogliono impegnare le forze dell’ordine contro i poveracci, i lavavetri, questa è una legge classista”, ecco non avrei saputo dirlo meglio…

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Che cos'è?

Stai leggendo Forum e i paradossi del berlusconismo su Devilpress's Blog.

Meta

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: