Droga: ipocrisia da sniffare

luglio 27, 2010 § 2 commenti

Fra le tante notizie “serie” mi ha colpito quella, quasi da gossip potremmo definirla, di Belen che in Procura racconta dei festini all’Hollywood di Milano dove girava cocaina in quantità industriale. Sembra la solita storia di vedette, sesso e Lele Mora( sempre presente in queste occasioni) eppure mi ha fatto riflettere.

Mi ha fatto pensare al fatto che in questo Paese abbiamo da anni uno Zar antidroga, Carlo Giovanardi, che oltre a sparare cazzate sulla morte di Cucchi( vedi foto), non ha raggiunto praticamente nessun risultato. Anzi no, è riuscito a far “sloggiare” il Rototom Sunsplash festival, il più grande appuntamento reggae d’Europa, dal Friuli, facendo perdere a quella Regione un paio di milioni di euro di guadagno indotto. Intanto il Rototom è migrato in Spagna, accolto a braccia aperte, nella stessa location del Benicassim.

Lo Zar antidroga Giovanardi ha dichiarazioni "comprensive" per Cucchi

E così dopo questi invidiabili risultati ci ritroviamo in un Paese dove star e stellette della tv vanno a farsi di coca seguiti da battaglioni di giovanissimi, come confermano i dati che posizionano l’Italia ai primi posti per consumo e per spesa pro capite della “bianca”, ma i protagonisti del mondo dello spettacolo faticano sempre di più a trovare roba buona e tutto per colpa dei politici che ormai ne fanno un uso continuo, come ammesso dallo stesso Giovanardi e poi basta ricordare il caso di Cosimo Mele, e quindi cosa fare?

Toc, toc è permesso? Non è che hai una piantina in casa?

La risposta dei Governi, perchè si Giovanardi ci ha messo del suo ma anche il Prodi bis non è che si sia prodigato in senso contrario, è sempre stata una sola: repressione. Sopratutto di chi consuma marijuana e cannabis, considerate alla stessa stregua di cocaina, ecstasy ed eroina. L’effetto di questa “semplificazione”, per usare un eufemismo, è stato immediato: sono crollati i prezzi di coca e crack e la loro diffusione è aumentata tantissimo. Ma la politica adottata dal nostro Zar non è di certo una novità: già le Nazioni Unite avevano adottato alla fine degli anni 80 il modello della “war on drugs”, incarnato sopratutto da Pino Arlacchi, che oggi fa l’eurodeputato Idv, che è stato a capo dell’Undcp (l’ufficio delle Nazioni unite che si occupa delle politiche sulla droga). Ebbene questo atteggiamento ha portato ottimi risultati fra i quali possiamo annoverare il Messico che è diventato un “Narco Stato” da 31 morti al giorno. Oppure i periodici “picchi” di produzione di oppio in Afghanistan, da cui si ricava l’eroina, e che ha visti coinvolti perfino i militari Usa, secondo più fonti.

California Dreamin...

Ma non tutti vanno in questa direzione: in California si sta discutendo seriamente di legalizzare la coltivazione di cannabis, già oggi utilizzata per fini medici, visto che lì hanno un debito pubblico spaventoso e si sono fatti il calcolo che il business della “marija” legale si aggirerebbe su cifre comprese tra i 10 miliardi e i 13 miliardi di dollari all’anno, niente male no? E considerato che ancora oggi i decessi causati da cannabis sono pari a zero, si avete letto bene, mentre, per fare un esempio, quelli legati al tabagismo solo in Italia sono circa 80 mila l’anno, non sembra essere una cattiva idea.

Ma questo non si può dire a Giovanardi che considera tutte le droghe dannose e micidiali per le persone, come dice lo spot governativo “le droghe, tutte le droghe, anche se usate una sola volta ti bruciano il cervello e non ne hai un altro”. Domanda: allora tutti quei parlamentari che hanno fatto, e continuano a fare, uso di coca dovrebbero dimettersi per incapacità mentale?

Annunci

§ 2 risposte a Droga: ipocrisia da sniffare

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Che cos'è?

Stai leggendo Droga: ipocrisia da sniffare su Devilpress's Blog.

Meta

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: