Economia: Corse clandestine

settembre 18, 2010 § Lascia un commento

Questa mattina compro il Sole24Ore e leggo avidamente l’interessante articolo di Donato Masciandaro “Un cavallo di troia per i derivati”. In pratica Masciandaro racconta che dopo la crisi del 2008, nella quale sono stati “bruciati” 2500 miliardi di dollari, molti Governi promisero che “mai più” si sarebbe vista una tale speculazione finanziaria. Con le banche impegnate a “creare” veicoli finanziari fuori bilancio, i cosidetti “Veicoli conduit”, e a “costruire” derivati come i Credit Default Swaps e i Collateralised debt obbligations” che hanno sfruttato il fenomeno della “leva finanziaria”. Dove investito o “coperto” un capitale si incomincia ad investire una somma molto, molto più alta che in realtà non esiste in forma liquida ma solo come “commercial papers”.

Ebbene questa “piramide al contrario” una volta venuta giù ha creato i danni che conosciamo. Ecco perchè i governatori delle banche centrali, i ministri delle finanze e tutte le organizzazioni di regolazione finanziaria, si sono impegnate per l’appunto a “regolarizzare” questi pericolosi mezzi d’investimento.

Ma questo non è accaduto. Mentre da più parti si ricorda che la crisi non è finita e corriamo il serio rischio di un “double dip”, le grandi finanziarie festeggiano. Scorrendo l’articolo di Masciandaro si comprende che: 1) sia negli Stati Uniti che in Europa la “regolarizzazione” dei derivati e dei veicoli fuori bilancio non ha ancora preso una forma precisa e sopratutto efficace 2) che in ogni caso non verranno regolamentati i fondi a fini non speculativi. Ma questi ultimi potrebbero essere per l’appunto il vero “cavallo di troia” dove “nascondere”  i prodotti con alto rischio speculativo, vanificando gli sforzi (?) fatti per limitare il fenomeno della leva e della formazione di quei “prodotti salsiccia” fatti di strumenti difficilmente classificabili, e comprensibili, agli investitori “normali”.

Ricominceranno presto allora le “corse clandestine” di veicoli finanziari senza nessuna seria regolamentazione? Questo forse ancora non si può dire. Certo, come fa notare Masciandaro, la lobby delle banche e delle finanziarie che gestisce un flusso di investimenti pari a 600 mila miliardi di dollari ha argomentazioni sicuramente convincenti da usare con la politica. Inutile che vi stia a dire quali.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Che cos'è?

Stai leggendo Economia: Corse clandestine su Devilpress's Blog.

Meta

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: