Politica: Mi presento di fronte al Parlamento

settembre 28, 2010 § 2 commenti

Domani Silvio Berlusconi si presenterà di fronte al Parlamento italiano. Pronto a pronunciare il “discorso programmatico” che dovrebbe dare ad una svolta alla politica italiana tutta. Ecco cosa dirà:

“Mi presento di fronte a questo Parlamento per fare un discorso importante a voi e alla Nazione. Mi rendo conto che vedermi qui può generare un certo stupore: ho più volte detto che la democrazia parlamentare è un intralcio, come la Costituzione, e pagare 630 stipendi, più quelli del Senato, qualcosa di inutile e dannoso. E’ anche vero che ho governato ricorrendo spesso ai decreti legge, e per questo sono stato anche ammonito dal Presidente Napolitano, e ho chiesto la fiducia su tutti i provvedimenti più importanti, ad esempio la manovra economica, di fatto scavalcando il ruolo centrale del Parlamento e introducendo quella che qualcuno ha definito una deriva “cesarista“.

Ma oggi sono qui, mi presento davanti al Paese per chiedere scusa. Si avete capito bene, voglio chiedere scusa per aver occupato tutti gli spazi legislativi e democratici per mio esclusivo interesse. Ho costretto la politica ad occuparsi solo di provvedimenti normativi che mi aiutassero ad evitare i miei processi. Non ho realizzato praticamente nessuna delle grandi opere, tranne quei pochi chilometri di autostrada fuori Venezia, e il Ponte sullo Stretto di Messina è ormai fermo da tempo. Ho promesso la costruzione di Centrali nucleari che non saranno pronte prima del 2020 quando, probabilmente, saranno già tecnologicamente sorpassate.

Durante questi dieci anni la pressione fiscale è aumentata e anche l’evasione ha toccato livelli record, le prospettive di crescita sono bassissime e la disoccupazione giovanile è diventata una piaga. Mi è stato fatto notare che anche la litigiosità e l’instabilità politica di questi mesi ha un costo per la nostra economia. E questo non va bene.

Volevo poi chiedere scusa a Gianfranco Fini, a Dino Boffo, a Michele Santoro e a Marco Travaglio, ma sopratutto a due persone che non ci sono più: Indro Montanelli ed Enzo Biagi. E anche a Marco Biagi verso il quale siamo stati irrispettosi e abbiamo trattato la sua morte come uno strumento di propaganda. Desidero chiedere scusa anche alla famiglia di Carlo Giuliani e a tutti i ragazzi trattati come bestie da macello durante il g8. Infine desidero chiedere scusa a tutti gli italiani: non sono stato un Presidente del Consiglio all’altezza delle promesse, di quel patto, che avevo stretto con voi. C’è chi mi vorrebbe al Quirinale ma la verità è che sono stanco. Stanco di dover fare come quel tale del racconto di Verga: che per tenersi tutta la sua “roba” finì per morirci. Ma la “roba” non te la puoi portare dall’altra parte. Alla mia età ho capito che voglio godermi la mia famiglia, la mia ricchezza e non pensare più alla “storia” con la S maiuscola. Ecco perchè intendo rassegnare le mie dimissioni irrevocabili da Presidente del Consiglio. Ecco perchè intendo comunicare la mia decisione di ritirarmi a vita privata.

Ringrazio tutti quelli che in questi anni mi hanno fedelmente sostenuto, chi ha creduto nel mio progetto, anche se non si è mai realizzato e ringrazio Licio Gelli che è stata una grande fonte di ispirazione. Ma ad un certo punto bisogna capire che è venuto il momento di lasciare il posto ad altri, ed è quello che farò.

Grazie”.

P.s. Dite la verità: vi piacerebbe eh?

Annunci

§ 2 risposte a Politica: Mi presento di fronte al Parlamento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Che cos'è?

Stai leggendo Politica: Mi presento di fronte al Parlamento su Devilpress's Blog.

Meta

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: