Rifiuti: “Sono un’immondizia”

ottobre 9, 2010 § Lascia un commento

Post serale e riflessivo, nato da una nota di Anna Fava, persona che riflette molto e fa riflettere in effetti, e dall’ascolto, casuale ma contemporaneo, di un brano dei Prozac +: sono un’immondizia, appunto, e dalla frase “io non ti potrò mai dare quella normalità che per te è importante”. Strano a dirsi ma si è sovrapposta a questa rima l’immagine dell’inceneritore, quello di Acerra, quello di Napoli est, quelli che operano in tutto il mondo.

Il mondo che sotto certi punti di vista assomiglia sempre di più ad un’enorme pattumiera, che siano i rifiuti elettronici che sommergono le lande cinesi, o quelli pericolosi che affogano il Continente africano, fino ai nostri che uccidono un parco naturale e avvelenano la vita di milioni di persone, qui, oltre il mediterraneo, dall’altra parte del pianeta, ormai c’è poca differenza, siamo tutti uniti dalla globalizzazione della munnezza, possiamo cantare tutti insieme appassionatamente: “sono un’immondizia”.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Che cos'è?

Stai leggendo Rifiuti: “Sono un’immondizia” su Devilpress's Blog.

Meta

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: