Rifiuti: Un messaggio dal futuro

novembre 22, 2010 § 1 Commento

Le strade della città partenopea, e non solo certo quelle, sono sommerse dai rifiuti. La protesta, sacrosanta, dei cittadini del vesuviano, intesa come zona vicino ad un Parco Nazionale, riesplode. Abbiamo potuto ascoltare analisi attente e approfondite sui motivi che ci hanno portato a tutto questo: niente differenziata, interessi forti che hanno spinto per gli inceneritori, Presidenti del Consiglio che vengono in Campania a trovare delle neo diciottenni piuttosto che a risolvere i problemi. E poi ancora: gli interessi della criminalità organizzata prima, e delle “bande” politiche poi.

Abbiamo letto tutto questo e molto altro grazie al quotidiano impegno dei movimenti e di persone che sacrificano il loro tempo, come Anna Fava che non ringrazierò mai abbastanza, e vediamo nonostante questo le cose aggravarsi, o quantomeno rimanere lì.

Ebbene oggi ho visto il TgR delle 14 e mi sembrava di assistere ad una sorta di “paradosso” spazio temporale: metà telegiornale dedicato ai 30 anni del terremoto dell’Irpinia. Attenzione con questo non voglio dire che non sia importante ricordare quel dramma, ma proprio mentre ne stiamo vivendo un altro, forse sarebbe, forse, il caso di dare tutto lo spazio possibile, o almeno i titoli di testa come si dice, al problema dei rifiuti.

Forse però si tratta di un sottile messaggio subliminale: fra trent’anni tutto sarà chiaro. Ci saranno libri, o meglio e-book, e podcast “celebrativi” dell’emergenza che fu. La giustizia avrà forse fatto il suo corso e in convegni di esperti verrà analizzato ogni aspetto di questa vicenda. Fra 30 anni certo, a meno di non finire come in quel video dei Jackal: una landa desolata senza più nessuno, o quasi, a ricordarsi che questa un tempo era la Campania Felix.

Però devo ammettere che nonostante tutto il TgR ha avuto un momento di “attualità”, quando Pia Bucella, capo dei “tecnici” inviati dalla Ue, ha detto: “Quando siamo venuti nel 2007 Napoli era così, quando siamo tornati nel 2008, lo stesso. Ora siamo tornati e la situazione è sempre la stessa”. Riprovi tra 30 anni, magari troverà finalmente quel cambiamento che tanto abbiamo aspettato. Forse.

Annunci

§ Una risposta a Rifiuti: Un messaggio dal futuro

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Che cos'è?

Stai leggendo Rifiuti: Un messaggio dal futuro su Devilpress's Blog.

Meta

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: