Rifiuti: quando la “munnezza” diventa oro

dicembre 22, 2010 § Lascia un commento

No, non stiamo parlando delle affermazioni fatte da Nunzio Perrella nel 1992 di fronte alla magistratura, quando disse che la “munnezza è oro” per i clan che hanno gestito lo smaltimento illegale di qualunque tipo di rifiuto per almeno trenta anni. No, invece vogliamo parlare di quando davvero la “munnezza” diventa una risorsa, perchè si trasforma in materiale riutilizzabile con un suo valore di mercato.

L’esempio che ci viene in mente, ed è anche quello di cui si discute di più in Italia, è stato “brevettato” dalla combattiva Carla Poli nel vicentino. Il “modello Vedelago” ha incominciato, infatti, a fare scuola e ormai sono tantissimi i Comuni nei quali si discute la possibilità di arrivare a quei risultati.

Parliamo del 99% di differenziata, un ciclo dei rifiuti urbani quasi perfetto che fa si che i materiali si possano riutilizzare attraverso due passaggi. Il primo “tradizionale” di recupero del vetro, delle plastiche, della carta e dell’alluminio. Fatto questo alla Vedelago, “trattano” su una seconda linea il residuo trasformandolo in “sabbia” che poi viene compattata e diventa materiale da costruzione.

Quella della Poli è sicuramente la soluzione da preferire, però bisogna segnalare che c’è chi ha saputo sfruttare anche le discariche in maniera intelligente. Parliamo del Comune di Sogliano, nel Forlivese, che ha trasformato l’impianto in una risorsa per i suoi cittadini. Grazie alla produzione di biogas e dall’abbancamento dei rifiuti, si ricavano ogni anno 11 milioni di euro che vengono “ridistribuiti” alla popolazione con servizi, navette per il trasporto gratis, contributi per l’accensione dei mutui e persino un contributo di disoccupazione “aggiuntivo” a quello elargito dallo Stato.

Ma nel 2020 la discarica chiuderà, perchè satura, e la “festa” sarà finita per Sogliano. Mentre il modello “Vedelago” ha potenzialità enormi, anche sotto il profilo economico, oltre che ovviamente sotto quello ambientale: nessuna discarica è l’obiettivo a cui si dovrà puntare per salvare il “Belpaese”.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Che cos'è?

Stai leggendo Rifiuti: quando la “munnezza” diventa oro su Devilpress's Blog.

Meta

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: