Rifiuti: il nucleare invisibile

marzo 16, 2011 § 1 Commento

Dopo gli avvenimenti giapponesi, che tutt’ora tengono il pianeta con il fiato sospeso, si è tornato a parlare di nucleare e dei rischi connessi questa forma di energia. Tutti i Paesi, o quasi, stanno ripensando le loro strategie energetiche: troppo alto il rischio di un guasto ad una centrale, troppo distruttiva la potenza dell’atomo.

Ma se il mondo si interroga sugli impianti che ci sono, e in Italia si discute di quelli che, forse, ci saranno, non sembra attrarre troppo l’attenzione un argomento invece molto interessante: ovvero ciò che resta del nucleare. Parliamo delle scorie che vanno “stoccate” in siti attrezzati e specializzati.

Ebbene, si può leggere in questi giorni di una denuncia del Partito di Di Pietro che chiede che vengano resi noti i 52 siti nei quali la Sogin, che si occupa dello smantellamento delle vecchie centrali italiane, intende “interrare” le scorie tossiche. Attualmente non è possibile sapere quali sono i luoghi prescelti, accusano, il Presidente del Consiglio ha steso un “velo” sui siti, anche se qualche nome è giunto fino alla redazione del Sole 24 Ore e del Corriere della Sera.

Strano però che lo stesso Idv non ricordi come proprio il Governo Prodi, di cui hanno fatto parte, decretò come ultimo atto, pubblicato il 16 aprile 2008, del proprio mandato, la secretazione dei siti di stoccaggio delle scorie nucleari. Insomma forse prima di parlare delle centrali che verranno, bisognerebbe decidere cosa fare di quello che resta delle vecchie.

Annunci

§ Una risposta a Rifiuti: il nucleare invisibile

  • Già. E commemoriamo Bersani, che come ultimo atto nel 2008 impose il frettoloso smantellamento di Caorso. Si sollevarono parecchie critiche, relative al fatto che forse sarebbe stato giusto attendere più a lungo prima di procedere. Adesso, col senno di poi, temo di aver compreso i molteplici motivi di tanta fretta; in primis il timore che qualche sprovveduto si facesse venire l’idea di riattivare la centrale.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Che cos'è?

Stai leggendo Rifiuti: il nucleare invisibile su Devilpress's Blog.

Meta

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: