Economia: Come si dice “latte” in francese?

marzo 23, 2011 § Lascia un commento

Parabola magnifica dell’Italia di oggi. L’azienda che fu di Tanzi è presa di mira dai francesi di Lactalis: sono al 29% e quindi ad un passo, fissato al 30%, dal lanciare la tanto famigerata Opa per acquistare quanto resta dell’azienda simbolo del latte italiano.

Ora tutti cercano di correre ai ripari: Tremonti si incazza e disegna una norma “anti- scalata”, si sa, tra poco ci sono le elezioni amministrative e fare la figura dei colonizzati dai cugini d’Oltralpe, altro che la Libia!, non è esattamente un bello spot. E allora, come per la grottesca vicenda Alitalia, “capitani coraggiosi” e nostrani cercasi disperatamente. Il povero Ferrero viene tirato per la “giacchetta” da più parti, ma sopratutto da Unicredit: per forza, è stato uno degli istituti di credito a guadagnarci di più con il crack del vecchio Tanzi (un prestito da 171 milioni di euro diventati 212 quando sono stati restituiti, e non era nemmeno estinto).

L’amministratore Bondi, che ha “risanato” un’azienda in realtà industrialmente già sana, fa spallucce: per lui è uguale, anzi se potesse uscirne dignitosamente sarebbe contento. Troppo pericoloso il “giocattolo” parmense. Una realtà che tanti hanno voluto “mungere”, salvo poi scaricare il barile di 14 miliardi di euro sui consumatori che si sono ritrovati il classico “cerino”.

Paradigmatica la storia dell’azienda: da impresa familiare a multinazionale di successo, a “banca” per le voglie dei politici, sopratutto De Mita, che prelevavano. Come i giornali: Tanzi ha raccontato di aver pagato tutti, dal “Manifesto” a “Il Foglio”, fino a “Repubblica”. Quindi tutti ci guadagnavano e tutti si facevano in quattro per parlare il meno possibile dei debiti della società emiliana. Altissimi già all’inizio degli anni 90, ci volle Beppe Grillo all’inizio del 2000 per far scoprire che il latte parmense era andato da tempo a male.

Certo Calisto Tanzi si è poi beccato 18 anni. Ma questo è un risultato che consola poco: mollato dai politici e dai personaggi che aveva a lungo foraggiato, ha fatto di sicuro la fine che meritava. Ma in solitudine. Mentre oggi quelli che hanno contribuito, attivamente o con il loro silenzio, a spolpare la Parmalat, si stracciano le vesti perchè adesso la “mucca” dalle uova d’oro veleggia verso Parigi. Come si dice “ipocrisia” in francese?

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Che cos'è?

Stai leggendo Economia: Come si dice “latte” in francese? su Devilpress's Blog.

Meta

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: