Rifiuti: Risparmiare no?

dicembre 11, 2011 § Lascia un commento

Disegno di Sbadituf

Manovra Monti, tasse, sacrifici, lacrime e sangue. Siamo tutti d’accordo. Ma nel testo ci sono anche alcune norme interessanti. Una su tutte? Il complesso articolo 14 sulla tassa comunale dei rifiuti. Si quella gabella che noi cittadini partenopei e campani conosciamo benissimo dato che la nostra è la più alta d’Italia. Ebbene tra i commi 28 e 32 si fa riferimento più volte alla possibilità di abbassare detta tassa comprovando una quantità sempre maggiore di riciclo.

Non solo ma i Comuni potranno ulteriormente abbassarla se il riutilizzo dei materiali sarà incrementato con apposite politiche proprio dagli enti locali stessi. Insomma sembrano misure scontate ma vederle inserite in un documento nazionale assume una certa importanza. E a proposito di riciclo e di riutilizzo che cosa si dice da queste parti? Niente, siamo sempre fermi al 20%, mentre il Sindaco litiga sul Forum delle culture, si ingarbuglia nel pasticcio di Bagnoli e delle gare della America’s Cup e si erge a difensore del territorio cittadino contro l’inceneritore che si vuole o si voleva a questo punto, fare a Napoli Est.

L’inceneritore probabilmente, e il condizionale come sempre è d’obbligo, si farà a Giugliano. Tutto a posto? Neanche a parlarne, perchè come ha fatto giustamente notare Raffaele Cantone in questi giorni, se un inceneritore fa male a Napoli, per quale motivo dovrebbe fare bene a Giugliano? Che oltretutto è qui ad una ventina di chilometri, mica che so, in Olanda tanto per fare un esempio non casuale.

Ma non è solo questo, ho voluto citare le norme sulla tassazione dei rifiuti del Governo Monti perchè stridono apertamente con quanto previsto per gli inceneritori. Questi infatti fanno gola, nel senso di costruirli, a tanti perchè nella fase di avvio e per molto tempo, si beccano i contributi detti Cip6, lo Stato in pratica gli dà un “aiutino” ad avviare l’impresa. E da dove sono presi questi contributi? Ma dalla nostra bolletta elettica ovvio, da quella di tutti i cittadini.

Un aggravio e un costo ulteriore che dovrebbe, e riutilizziamo il condizionale, essere recuperato solo quando l’inceneritore andrà a regime e consentirà di produrre energia elettrica. Quindi da un lato abbiamo la possibilità di incrementare la raccolta differenziata, implementare l’industria del recupero e del riutilizzo e risparmiare sulla odiata Tarsu, dall’altro abbiamo una opera dagli incerti tempi di realizzazione, costosa che graverà sulle nostre tasse e anche sulla nostra salute (incenerire non è che sia questa gran soluzione) per avere un beneficio, forse, poi. Allora Sindaco lei da che parte sta?

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Che cos'è?

Stai leggendo Rifiuti: Risparmiare no? su Devilpress's Blog.

Meta

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: